Blog: http://ladyrosa.ilcannocchiale.it

"Io ho imparato che l'amore è insito nelle piccole cose e si manifesta
anche nel nostro atteggiamento più insignificante: ecco perchè dobbiamo
sempre averlo in mente, quando agiamo e quando evitiamo di agire.
Sollevare la cornetta del telefono e pronunciare quella parola affettuosa che abbiamo taciuto. Aprire la porta e far entrare chi ha bisogno del nostro aiuto.
Accettare un lavoro. Lasciare un impiego. Prendere la decisione che avevamo finora rimandato. Chiedere scusa per un errore che abbiamo commesso e che ci tormenta.
Rivendicare un diritto. Aprire un conto dal fioraio - un negozio assai più importante della gioielleria. Alzare il volume della musica quando la persona amata è lontana,
abbassarlo quando è vicina. Saper dire "sì" e "no", giacchè l'amore si confronta con tutte le energie dell'uomo. Scegliere uno sport che si possa praticare in due. Non seguire alcuna formula, neppure quelle che sono descritte in questo paragrafo -
perchè l'amore ha bisogno di creatività.
E quando nulla di tutto ciò è possibile, quando rimane solo la solitudine, ricordarsi di questa storia, inviatami da un lettore.

"Una rosa bramava giorno e notte la compagni8a delle api,
ma nessuna andava a posarsi sui suoi petali.
Nonostante ciò, il fiore continuò a sognare: nelle lunghe notti,
immaginava un cielo dove volteggiavano miriadi di api, che si posavano
a baciarlo teneramente. Grazie a questo sogno,
riusciva a resistere fino all'indomani,
allorchè tornava a schiudersi con la luce del sole.
Una notte, conoscendo la solitudine che la attanagliava,
la luna domandò alla rosa:
"Non sei stanca di aspettare?"
"Forse sì. Ma devo continuare a lottare."
"Perchè?"
"Perchè se non mi schiudo, appassisco."

Nei momenti in cui la solitudine sembra annientare ogni bellezza,
l'unica maniera di resistere
è quella di mantenersi aperti."

Paulo Coelho

Pubblicato il 29/4/2007 alle 19.59 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web